Utenti online

 38 visitatori online
Matite Wombat

Ultimi Commenti

Napoli - Godega anda
Premettendo, che il blogger che cura sia la rubric
Il dopo Comicon...
Intendi il concorso per esordienti?
Il dopo Comicon...
Ho partecipato a questo evento .. purtroppo non ho
Sarno...l'ultima?
Ciao Luca grazie del bel pezzo tu ricorda sempre c
Momento di transizio
Ragazzi,siete dei grandi,un salutone anticipato pr

Sondaggio

Che tipologia di testate comprate abitualmente?
 
Wombat Blog
Bologna 2010
Scritto da Riccardo   
Martedì 06 Aprile 2010 10:07

Tornato non da molto dalla mostra del libro e dell’illustrazione per ragazzi di Bologna, edizione 2010, come da copione, non posso essere troppo positivo…

L’andazzo degli ultimi anni (sempre meno major e sempre meno disponibilità verso gli illustratori), si riconferma alla grande.

Mi ero sbilanciato imprudentemente l’anno scorso, vedendo un tenue barlume di ripresa, perlomeno negli atteggiamenti; al contrario, tranne che in pochi stand, c’è sempre più chiusura mentale verso ogni proposta.

Premetto, per chi non lo sapesse, che la kermesse bolognese è tuttora una delle più grosse ed importanti occasioni d’incontro tra gli illustratori, sceneggiatori e le case editrici; almeno così era un tempo (più o meno sino a 6-7 anni fa).

Ora, invece, a detta di quest’ultime, la loro presenza è solamente dedicata alla vendita dei loro diritti.

Siamo sempre là: ma se tutti vendono e nessuno compra o anche, nessun’ascolta proposte progettuali e neanche valuta i portfolio dei disegnatori, cosa sono venuti a fare?

Per essere più chiari, è come se ogni accordo sia già stato concluso prima dell’inizio della fiera.

Per non parlare della qualità generale di tutti i prodotti!

A partire da quelli presentati negli stand di fumetti francesi ed in quelli giapponesi (sempre inferiori nel numero e nella qualità generale), fino ad arrivare alle illustrazioni per ragazzi presentate per l’ormai notissimo concorso; io non ho più parole…

Per quanto riguarda i primi, se un tempo provavo addirittura a chiedere di avere una copia a fine fiera, oramai non ci penso nemmeno. Attualmente non vale neanche la pena di rompere la mia proverbiale timidezza e cimentarmi col mio assai approssimativo inglese. Infatti, mai come quest’anno, non ho visto una sola cosa degna della mia attenzione.  E dire che, ai tempi d’oro, meno di una ventina di occasioni di domandare, in ogni edizione, non mancavano…

Riprendendo il discorso di prima, anche per quanto riguarda il contest d’illustrazione, il problema è analogo: tranne che pochissime perle, vi è sempre meno cura nei disegni. Molto tendenti al minimale ed al cupo - grottesco, o ad esperimenti ermetico - concettuali, sono sempre più per adulti (volendoli proprio salvare) e sempre meno per bambini. Peccato che, guarda caso, siano il target primario dell’iniziativa e che i risultati finali siano decisamente inquietanti.

Mah…

Parliamo di realtà più positive; per fortuna, quest’anno ve n’è stata qualcuna.

Una più attenta organizzazione nelle sue infrastrutture e nella razionalizzazione degli spazi era visibile a tutti, come anche un più dettagliato e presente servizio logistico - informativo.

La seconda e per quanto mi riguarda più importante, è stato il dibattito tenutosi la mattina di venerdì 26 marzo, presso Il Cafè Illustratori (della Fiera ovviamente) alle ore 11,00 chiamato “La Denuncia Sociale Nel Fumetto”.  Sono intervenuti i disegnatori di fumetti E. Troiano, Claudio Calia ed ottimamente moderati da Sergio Rossi hanno avviato un interessantissimo incontro. A prescindere dal tema dell’appuntamento, decisamente interessante e ben concepito, tengo a sottolineare come nell’ambito della Fiera non se ne facessero da moltissimi anni dedicati ai comics.

E’ stato quasi uno sdoganamento intellettuale nei confronti del fumetto, da sempre considerato alla stregua di un sottoprodotto culturale (perlomeno in Italia).

Probabilmente la nota più bella dell’intera manifestazione e che fa ben sperare per il futuro.

 

DSC00326

IMG_0604-1_480

 

 

 

 

Trackback(0)

Ottieni un TrackBack URL per questo post

Commenti (0)

Scrivi commento

riduci | aumenta

busy